martedì 1 giugno 2010

5 modi per vivere felicemente la tua scelta crudista a livello sociale.

Sin da quando ho intrapreso questo percorso (ormai oltre un anno fa) ho cercato di trovare una soluzione alla questione spinosa di come riuscire ad integrarmi in un mondo apparentemente ostile per coloro che intendono intraprendere cambiamenti radicali come può essere quello di passare ad uno stile alimentare e di vita crudista.

Ecco cosa è venuto fuori dopo mesi di riflessioni e studio...

Innanzitutto, devo dire che non è assolutamente facile portare avanti uno stile alimentare crudista quando sei circondato da persone che hanno abitudini diverse dalle tue oppure andare al ristorante o addirittura convivere con qualcuno che non condivide le tue scelte alimentari...

Questo può essere un problema davvero grosso che ti impedisce di fare enormi balzi in avanti e può farti sentire veramente infelice.

Magari ti senti anche pronto ad intraprendere tutti i passi necessari per condurre uno stile di vita salutare su tutti i livelli, ma ti vedi frenato dal tuo partner, i tuoi familiari, i tuoi amici, i tuoi colleghi. Tu tieni molto a loro, ma non ti senti assolutamente capito, anzi ti senti addirittura un pazzo, un pesce fuor d'acqua e cominci ad aver paura di doverti chiudere sempre più in te stesso perché non trovi né comprensione né sostegno da nessuna parte.

Sono contento che tu sia venuto a leggere questo articolo, perché sono molto fiducioso che troverai 5 soluzioni di cui potrai armarti per affrontare al meglio questa situazione.

Passo numero 1: comunica con te stesso!

La comunicazione è un elemento davvero fondamentale in ogni cosa che facciamo. L'unico motivo per cui ti trovi in difficoltà a livello sociale nel portare avanti questo cammino è dovuto al tuo modo di comunicare con te stesso e con gli altri.

Vediamo un po' quale potrebbe essere il dialogo che porti avanti con te stesso...

- "Non mi capiranno mai"

- "Tutti mi prendono per un pazzo fanatico"

- "Penseranno che sono pazzo se spiego loro cosa sto facendo"

- "Non riuscirò mai a farmi servire quello che voglio al ristorante"

- "È così difficile portare avanti questo tipo di alimentazione a livello sociale"

- "Preferisco avere rapporti sociali ed essere felice, piuttosto che diventare un eremita ed essere sano"

Che dici? Ti suona familiare?

Fondamentalmente, il discorso è che se ti convinci del fatto che non potrai avere rapporti sociali armoniosi questo è proprio quello che succederà.

Se pensi che gli altri non ti capiranno, questo è uno scenario che vedrai prendere forma davanti ai tuoi occhi.

Se credi che gli altri ti considereranno un pazzo, hai proprio ragione. Sara così!

E se pensi che sia impossibile vivere uno stile di vita sano e, allo stesso tempo, socializzare alla grande, la tua vita si profilerà esattamente in linea con questa convinzione.

Quindi, il primo passo da fare è quello di liberarsi di tutte queste convinzioni e di mettere a tacere tutte quelle voci che riecheggiano nella nostra mente e cominciare a convincersi che si può avere una gran vita sociale mangiando ciò che ci fa sentire veramente bene!

Passo numero 2: comunica con gli altri!


Un altro tipo di comunicazione altrettanto importante è costituito dalla comunicazione con gli altri. In genere la gente comunica molto, ma spesso la loro comunicazione non è incisiva, non è efficace.

Quante volte ti sarà capitato di voler convincere qualcuno, ma senza troppi risultati concreti...

Quante volte hai cercato di spiegare quello che stai facendo, ma l'altra persona non ha capito il tuo messaggio...

Quindi, cosa dovresti fare allora?

La comunicazione che di cui hai bisogno con gli altri deve essere il frutto di una conversazione efficace che consenta alla gente di comprendere che quello che stai facendo è importante per te in un modo che li colpisca e che li ispiri.

Ecco un esempio concreto di conversazione efficace:

"Mauro, c'è qualcosa che vorrei condividere con te e ci terrei davvero molto che tu seguissi attentamente il mio discorso. Sai, io ti rispetto molto come persona e ritengo importante condividere con te qualcosa di altrettanto importante che sto facendo. Posso?"

A questo punto hai creato uno spazio ideale per una conversazione efficace. Quindi potresti procedere dicendo:

"Mauro, voglio dirti che sto seguendo questo nuovo stile alimentare crudista che consiste nel mangiare cibi vegetali crudi (tra cui frutta, verdura, noci e semi)i in modo molto bilanciato. E questo è qualcosa che in questo momento della mia vita sento di dover fare.

Lo so che questo significa che non potrò mangiare gli stessi cibi che mangiano gli altri per diverso tempo, ma si tratta di qualcosa che sto facendo per me e non voglio costringere nessun altro a seguirmi, nemmeno te, Mauro. Sto provando sulla mia pelle che la cosa sta aiutando me e la mia salute. È proprio una differenza abissale rispetto a come mi sentivo prima.

Proprio in questa fase è veramente importante che la gente intorno a me mi appoggi. Posso contare sul tuo appoggio, vero?"

Ecco, questo è un esempio di comunicazione efficace che può fare la differenza e vedrai che la gente comincerà a capire.

E se pensi di NON ESSERE IN GRADO di portare avanti una conversazione del genere con la gente che frequenti ti rimando al passo numero 2: Comunica con te stesso!

Passo numero 3: diventa un esempio vivente!

Spesso vogliamo cambiare gli altri, ma non siamo proprio sicuri di cosa stiamo facendo.

Tuttavia, il modo migliore per far sì che la gente che ti circonda abbia un legame positivo con il tuo stile alimentare e di vita e sia invogliata a provarlo personalmente è quello di diventare un grande esempio da emulare.

Sicuramente ti sarà capitato di incontrare qualcuno che ti ha ispirato a cambiare qualcosa nella tua vita. E probabilmente questa persona ti ha ispirato non tanto per quello che ha detto, ma piuttosto per il suo modo di essere, per le sue azioni.

Ovviamente, questo non significa che devi essere perfetto, ma se decidi di impegnarti per la tua salute e dei tuoi progressi, la gente se ne accorgerà e si sentirà naturalmente attratta da te. Lascia che la gente si chieda come fai ad avere così tanta energia o come hai fatto a migliorare la tua salute.

Un’altra cosa che aiuta è quello di non rivelare “tutti segreti più profondi” a chiunque; mantieni sempre una certa atmosfera di mistero.

Quando ti diranno “ma come stai bene, cos’hai fatto?”, fai un’espressione misteriosa ammiccando un sorriso e rispondi “Sai, è un segreto...”

Ti garantisco che cominceranno ad interessarsi molto per saperne di più.

Passo numero 4: Continua a lasciarti ispirare!

Un modo per ispirare gli altri e creare energia positiva intorno a te e invogliarli a scoprire di più su di te e reagire positivamente al tuo stile alimentare e di vita è quello di essere il primo a lasciarsi ispirare da altre persone e altre fonti.

E come fai a lasciarti ispirare?

Semplice: circondati di pensieri, persone e conoscenze stimolanti e positivi.

Non è sempre possibile controllare le reazioni degli altri, tuttavia possiamo sempre decidere di metterci in contatto con una comunità di persone genuinamente interessate a migliorare e preservare la propria salute e i propri progressi.

Probabilmente, la cosa migliore che puoi fare per essere sempre motivato è quello di investire 20 o 30 minuti al giorno nella lettura o l’ascolto di storie motivanti e incoraggianti oltre a informazioni altrettanto motivanti e in grado di creare una trasformazione su questo stile alimentare e di vita.

Passo numero 5: cerca l’aiuto degli altri e di una comunità!


Un altro elemento decisivo per il successo della tua alimentazione crudista è quello di trovare una comunità di persone che credono in quello che stai facendo e che ti possano incoraggiare nel tuo processo di crescita, perché è importante essere in contatto con una comunità di persone che ti motivi. Questo è proprio il minimo di cui hai bisogno se non puoi o vuoi rivolgerti ad un coach personale in modo da avere successo e diventare un esempio motivante e cambiare la vita degli altri che ti circondano.

Non importa dove vivi, non ci sono scuse che giustifichino il fatto di non essere in grado di connettersi con persone in grado di darti il sostegno di cui hai bisogno, accedere alle informazioni necessarie e mantenere i contatti.

Nel mondo anglo-sassone, in particolare negli USA, ci sono molti eventi gastronomici crudisti così come seminari e ovviamente anche teleseminari. Qualche corso si trova anche in Italia, anche se siamo ancora molto lontani dal panorama di ampie possibilità che esiste oltreoceano. Comunque le cose stanno cambiando anche in Italia. Basta pensare al forum crudista di promiseland.it e a gruppi crudisti italiani che trovi su Facebook. Quindi, per trovare sostegno, comprensione e motivazione non devi nemmeno uscire di casa o fare lunghi viaggi, se ciò non ti è possibile.

Come vedi, ci sono diverse strategie per superare gli ostacoli sociali lungo il tuo percorso crudista. Ti consiglio di cominciare ad applicarle. Non fare come quelli che si comprano il filo interdentale e ne parlano benissimo dicendo che fa bene, ma non lo usano... Tanto vale non averlo allora...

Rileggiti le informazioni che trovi in questo post e comincia ad applicarle. Magari non tutto funzionerà alla perfezione da subito... tuttavia di volta in volta ti perfezionerai sempre di più nell’applicazione di queste strategie e vedrai che la tua vita comincerà a cambiare così come è stato per me e tante altre persone che hanno deciso di percorrere questo cammino fatto di salute, benessere, spiritualità, consapevolezza e di molto altro ancora...

Un abbraccio sincero e se hai bisogno sono qui per aiutarti :-)

Francesco

11 commenti:

  1. Francesco, è sempre un gran piacere leggere quello che scrivi. Indipendentemente da quello che dici, trasmetti comunque serenità. Ecco che vuol dire essere l'esempio vivente del punto 3!
    Però mancano i suggerimenti per la vita sociale del neocrudista. In quel caso l'unico cambiamento che gli amici notano in te è che ti sei dimagrito (perché all'inizio è quasi inevitabile)! E forse vale a maggior ragione il consiglio di rispondere "Sai, è un segreto...". Al che loro ribattono: "Vabbè, basta che mangi di più!". :)

    RispondiElimina
  2. Ciao carissimo,

    sicuramente la gente nota come prima cosa il dimagrimento. Chi ti conosce bene noterà anche altre cose come un'altra luce nei tuoi occhi, una motivazione diversa, un approccio più positivo alla vita, più voglia di natura, maggiore energia (dopo un certo periodo di disintossicazione che può variare da giorni a settimane)...

    Sicuramente molti pensano che si mangia di meno. In realtà si tende a mangiare meno grassi (nel caso in cui si perda molto peso) e a prediligere frutta e verdura crude. Il peso poi con il tempo torna... generalmente sottoforma di massa muscolare se si comincia o continua a fare un adeguato esercizio fisico.

    Quando all'inizio la gente mi chiedeva cosa avessi fatto rispondevo in vari modi. A volte dicevo che stavo seguito una dieta crudista suggeritami dalla mia naturopata per regolare i livelli di colesterolo, altre volte che avevo modificato la mia alimentazione per ridurre i grassi e successivamente mettere su massa muscolare... Fondamentalmente, però, mi sono reso conto del fatto che la gente associa l'essere in carne con la salute. Mio padre mi diceva sempre che ero sciupato, così come me lo ha detto anche un mio amico recentemente, ma poi vedendo la resistenza che ho nelle scampagnate con i bambini, le sere passate davanti al computer a lavorare fino a tardi e la mattina alzarmi in forma senza il bisogno del caffè, beh, molti si ricredono...

    In genere la gente replica che non ce la potrebbe mai fare a portare avanti uno stile di vita e alimentare del genere. E io rispondo che siamo che siamo lo specchio delle nostre convinzioni...

    Makiwaka, come vorresti che fosse la tua vita sociale da neo-crudista?

    RispondiElimina
  3. A dire la verità non ho mai pensato a una mia vita sociale da neo-crudista perché per carattere sono poco incline alla vita sociale. Mi piace stare con gli amici, ma non più di qualche ora a settimana e più volte ho sentito il discorso "io non ce la farei mai" già quando non avevo ancora iniziato questo percorso e mi limitavo ad un'alimentazione priva di prodotti animali.
    Il resto della vita sociale è soprattutto lavorativa e a volte, per tirarsi fuori da discussioni inappropriate all'ambiente, un manuale degli espedienti farebbe comodo :)

    RispondiElimina
  4. ecco un esempio di post che ritengo efficace, quantomeno perchè suscita la curiosità di conoscere un po' questo stile di vita.

    trovo che il tuo livello di comunicazione sia davvero ottimo, a prescindere dall'argomento che tratti, ma in particolare quando parli della scelta crudista (come quando e perchè), in questo frangente viene fuori tutta la passione che senti :))

    oltretutto riconosco molta pratica della LOA, ma c'è decisamente di più....magari ce ne parlerai in un prossimo post :)
    Barbara

    RispondiElimina
  5. bellissima la nuova veste ma c'è qualcosa che appesantisce la pagina e scorre molto lentamente, a scatti.
    abbracci :))

    RispondiElimina
  6. ciao bibi, dici che da fastidio questo appesantimento della pagina. la veste mi piace molto, ma no vorrei che i miei lettori ne fossero infastiditi :)

    per quanto riguarda la LOA, sì hai riconosciuto bene, dopo un po' diventa la tua seconda natura...

    un abbraccio anche a te:)

    RispondiElimina
  7. credo che sia il lettore musicale o qualche applicazione flash [se ce ne sono] oppure i pop up del sondaggio....ti direi sinceramente di fare dei tentativi per verificare, io uso Mozilla quindi non so se per tutti è così.
    baci :))
    Bibi

    RispondiElimina
  8. Hello aiuto... fuori dai binari un'altra volta..
    Forse perchè non ho seguito il passo numero 5...
    Essendo neocrudista, sgarro ancora con eccessi di noci e frutta secca, poi, dopo un paio di settimane ricado in pizza e pasta e continuo per giorni...
    tipo oggi, sto malissimo mangiato troppa pizza che non riesco a digerire :(((

    RispondiElimina
  9. Probabilmente non mangi frutta a sufficienza... Pertanto, è normale avere certe voglie...

    La pizza e la pasta cerca di non tenerle in casa se vivi sola...

    Neanche chi è crudista da molto tempo è assolutamente al sicuro da questo tipo di tentazioni... Spesso abbiamo anche dei ricordi particolari legati ad un certo tipo di cibo...

    Cerca di aumentare gradualmente il contenuto di frutta, magari introducendo anche dei pasti mono-frutto. Vedrai quanto sarà facile digerirli e quanta energia in più che avrai ;-)

    RispondiElimina
  10. Molto utile il tuo blog. Grazie.

    RispondiElimina
  11. Sono contento che il crudismo sia sempre più apprezzato:
    http://rawathome.com/menu.html#galleria

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget